Ne ho già parlato su questo blog e ne parleremo sempre di più, perché i fiori, o meglio le Chat Bot, cominciano a sbocciare.

Questa volta è Enel a lanciare, con l’agenzia Imille, la sua Chat Bot dedicata alla comunicazione corporate su Facebook Messenger.

E come poteva chiamarsi? Elen, naturalmente, l’anagramma di Enel.
Un nome umano per una cosa che di umano ha ben poco, costruita con l’obiettivo di semplificare, digitalizzare e amplificare la relazione quotidiana con i principali stakeholder (clienti, azionisti, dipendenti, media, ecc).

Il funzionamento è semplice: tu scrivi qualche parola chiave, lei ti racconta l’impegno dell’utility italiana nel mondo, andando così a potenziare la comunicazione corporate del gruppo.
Ma è possibile restare aggiornati su notizie, comunicati stampa e storie anche senza darle alcun imput, semplicemente attivando le notifiche push.

E allora mi domando: ma cos’avrà questa Elen più di me?

  • È evidente che è donna. E anch’io lo sono.
  • Parla tre lingue, e anch’io, anzi quattro se si considera anche l’italiano.
  • È in grado di rispondere alle domande legate all’organizzazione, come ad esempio «chi è il Ceo di Enel?» e alle sue attività, «cosa fa Enel a Larderello?», e anch’io. Certo dovrei leggermi un po’ più di comunicati stampa e notizie fresche ma nulla di insormontabile.

Mah…Eppure di lei se ne parla e di me non dice niente nessuno.
Io proprio non capisco!

 

Annunci